Recensioni

"Questo delizioso sequel di Havemercy (2008) estende la fusione della diversitą culturale e dei commenti di timbro sociale nella diplomazia del dopoguerra, che ha fatto il successo delle autrici. Dopo aver sconfitto l'impero del Ke-Han, basato genericamente sulla tradizione giapponese dello shogun, il regno di Volstov, che evoca invece l'Impero Romano, manda una strana delegazione di pace nella capitale del Ke-Han, scombussolato dalla sconfitta e dal conseguente rituale di suicidio dell'imperatore. L'eccentrico mago Caius Greylace e il brusco Generale Alcibiades presentano la visione di Volstov del contorto intrigo politico presente nell'Impero, mentre l'affascinante giovane principe del Ke-Han, Mamoru, e il suo servo ultra-fedele, Kouje, sfuggono all'ira del fratello di Mamoru, il folle imperatore Iseul, succeduto al trono dopo la morte del padre. Le profonde caratterizzazioni, persino dei personaggi minori, lo spiccato humour, il dialogo convincente e la perfetta coordinazione, specialmente nelle scene di duello, rendono questo romanzo un esempio eccellente di divertimento vecchio stile e di come creare un mondo ex novo." Publishers Weekly